I nostri Programmi

Comagricola mette a disposizione un team di agronomi altamente specializzati nella gestione del tappeto erboso ad uso ornamentale e sportivo. La consulenza è rivolta a giardinieri, amministrazioni comunali, società sportive per la progettazione e la gestione di parchi, giardini e dei campi da gioco. Il nostro team, grazie ad un know-how acquisito in decenni di studi e pratica sul campo, si occupa di tutti gli aspetti agronomici legati alla gestione del tappeto erboso, fornendo linee guida e piani di gestione per una corretta manutenzione ordinaria e straordinaria, secondo i principi della sostenibilità ambientale. Svolgiamo sopralluoghi, consulenze, perizie ovunque ci sia un prato, in Italia ed all’estero.

L’uso di semi di origine locale, al fine di aumentare la possibilità di successo in opere pubbliche di valorizzazione va nella direzione di un utilizzo sostenibile delle risorse naturali, del rispetto della biodiversità floristica e della continuità paesaggistica campagna-città. Come gli alberi, inoltre, anche i prati forniscono importanti potenzialità di immagazzinamento e stoccaggio dell’anidride carbonica (2,45 – 4,1 tonnellate di CO2/ha/anno). Far fiorire le città e i grandi spazi richiede necessariamente capacità tecniche; le soluzioni innovative per la creazione di prati fioriti che vi proponiamo sono il risultato di ricerca e sperimentazione che ne hanno convalidato la composizione.

Comagricola è impegnata nell’assistenza tecnico-agronomica e fitosanitaria nell’ambito del tappeto erboso e, più in generale, nel settore del verde ornamentale. Attraverso i nostri programmi e la distribuzione di prodotti naturali, vogliamo diffondere la gestione biologica, in quanto valida alternativa ai metodi di difesa tradizionali basati esclusivamente su molecole chimiche dannose per l’uomo e l’ambiente. Per questo motivo, anche grazie alla collaborazione con importanti e qualificati partner, abbiamo a disposizione un team di agronomi altamente specializzati nella gestione del tappeto erboso ad uso ornamentale e sportivo, che sviluppano e realizzano idee e progetti con un alto contenuto innovativo.

  • • Pianta sana e robusta
    • Corrette pratiche agronomiche
    • Induzione di resistenza
    • Contenimento del rischio patogeno

Sono questi i punti su cui basiamo i nostri programmi di gestione

La lotta biologica è una tecnica che utilizza gli organismi viventi per proteggere le colture. Le piante, oltre che da propri meccanismi naturali di difesa, vengono protette dai parassiti grazie ad una serie di fattori naturali. Purtroppo anche la più ecologica delle produzioni determina sempre una semplificazione di habitat ed implica una rottura degli equilibri naturali. Per questo motivo il verde ornamentale è esposto ad importanti attacchi di parassiti e diventa irrealistico pensare che le piante si possano difendere da sole. Diventa quindi sensato ristabilire e rafforzare i meccanismi naturali di controllo, sfruttando gli organismi utili per compensare le forzature imposte dall’uomo. Come qualsiasi altro ecosistema il verde ornamentale è popolato da molte specie di organismi viventi, in un’associazione molto stretta detta “biocenosi”, nella quale ogni specie interagisce con le altre in maniera complessa. Nel verde urbano è quindi possibile favorire i meccanismi naturali di controllo dei parassiti mediante opportuni interventi come la scelta mirata delle specie vegetali, la creazione di siepi, il mantenimento di strisce erbose non sfalciate o il lancio di insetti (“ausiliari”) che predano e parassitizzano i nemici (“fitofagi”) delle piante ornamentali. Nella sua concezione più classica la lotta biologica consiste nella conservazione e nell’uso degli antagonisti naturali esistenti nell’ambiente, con l’obiettivo di controllare i parassiti per mantenerli entro limiti inferiori alle soglie di danno. Essa può essere applicata attraverso due linee di azione fondamentali:

  • • Lotta naturale protezione e potenziamento degli antagonismi presenti in natura
    • Lotta Biologica introduzione nell’ecosistema di agenti biotici (insetti, acari, nematodi, batteri, virus, funghi) che ne divengono forza regolatrice di controllo durevole nel tempo.